Stage o tirocinio?

Sebbene possano sembrare interscambiabili, stage e tirocinio non sono due sinonimi perfetti: scopriamo il perché.

 

Tirocinio

Il termine tirocinio designa un “addestramento compiuto da un principiante, generalmente sotto la guida di un esperto, necessario per imparare a esercitare un’attività, una professione o un’arte“. Deriva dal latino tirocinium (da tirionem “recluta, principiante” e -cinium > canere) ed è stato coniato in ambiente militare con il significato di “sveglia delle reclute”, quindi “apprendimento, inesperienza, iniziazione”.

Stage

Lo stage è il “periodo di formazione o perfezionamento professionale trascorso presso un’università o un’azienda per acquisire la preparazione professionale necessaria a svolgere un’attività”. Il termine deriva dalla forma latina medievale di area francese estage. Più nello specifico, stagium facere significava “aver dimora in un luogo al quale è legato un beneficio” (stagium “dimora”, facere “risiedere”). In ambiente feudale, tale espressione indicava la permanenza di un vassallo nella dimora del signore, finalizzata all’ottenimento del benessere feudale (stagium concedere, “donare a un beneficiario il permesso di non risiedere”). Ancora oggi,  stage (e non tirocinio) può indicare un breve corso tenuto da un artista o un maestro ad un gruppo di dilettanti appassionati di una determinata arte“. Inoltre, la forma estage ha dato origine all’inglese stage con i significati di “momento, periodo, fase di un processo”, “palcoscenico” e “piano di un edificio”.

E la pronuncia?

La pronuncia del termine stage rappresenta per i parlanti italiani un’ulteriore fonte di incertezze. La maggior parte dei vocabolari indica come preferibile la forma francese. Anche quella inglese, però, è segnalata come frequente. È sconsigliabile usare la forma inglese stage in Gran Bretagna. Il termine inglese comunemente impiegato per indicare l’attività di tirocinio è infatti internship. In Francia, invece, si utilizza comunemente la parola stage.

In conclusione: che parola usare?

In Italia, in ambito giuridico e universitario stage e tirocinio sono sinonimi e designano attività svolte “al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro”. Tuttavia, tirocinio risulta essere la forma la più usata. Inoltre, il buon radicamento di stage (pronunciato alla francese o all’inglese) è dimostrato dalla successo del derivato stagista.

In caso di dubbio, è sufficiente riflettere sul tipo di attività cui si intende fare cenno. Si può fare distinzione, infatti, tra l’addestramento finalizzato all’apprendimento di un’arte, una professione o una disciplina (tirocinio) e il periodo di formazione o perfezionamento professionale tenuto presso un’azienda o un’università (stage). La differenza tra i termini stage e tirocinio è molto sottile. Dei due però, solo stage può delineare il breve corso tenuto da un professionista per istruire gli appassionati di un’arte. Attenzione anche alla pronuncia: tendenzialmente, è bene prediligere la forma francese.

Commenta

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi