Come redigere un Curriculum in francese

Redigere un buon Curriculum Vitae non è mai semplice. Come se non bastasse, il Curriculum francese presenta molte differenze rispetto alla versione italiana o europea. Scopri come redigere o adattare il Curriculum in lingua francese insieme a Lingue360!

Principi generali

“Questo lo scrivo? Quali sono i miei principali interessi? Qual è il mio livello di inglese?” Redigere un buon Curriculum Vitae è compito arduo. In ambiente scolastico e universitario, inoltre, è raro che si apprendano le regole necessarie alla creazione di un buon CV e, di conseguenza, al termine degli studi non si sa mai come procedere per andare alla ricerca di un impiego.

Il Curriculum Vitae (CV) è un documento fondamentale per chi intende candidarsi per un posto di lavoro. Per questo motivo, è bene che le informazioni in esso contenute siano presentate in modo chiaro e preciso.  

Prima regola: essere brevi e concisi. Un datore di lavoro riceve circa un centinaio di candidature per ogni posto di lavoro messo a disposizione. Per leggere ogni Curriculum ci impiega, in media, 30 secondi. In linea generale, un buon Curriculum non deve superare una pagina di lunghezza anche se spesso risulta davvero difficile far rientrare tutte le informazioni entro questo limite, soprattutto quando la lista delle esperienze lavorative è piuttosto lunga.

Curriculum italiano e francese

Un Curriculum “alla francese” presenta alcune differenze piuttosto rilevanti rispetto al Curriculum italiano. Alcune di queste riguardano la morfologia da adottare nella fase di scrittura, altre riguardano invece l’ordine e la presenza / assenza delle informazioni. La prima grande differenza tra il Curriculum italiano (o inglese) e il Curriculum francese emerge già dal titolo: nella versione francese non è necessario segnalare, a inizio pagina, che si tratta di un “Curriculum Vitae”.

Complessivamente, un buon Curriculum alla francese è suddiviso in sei parti :

  • Informazioni personali
  • Punti di forza
  • Formazione
  • Esperienze professionali
  • Competenze linguistiche e informatiche
  • Interessi

L’ordine delle informazioni può subire cambiamenti in base alle differenti esigenze: è possibile che per un certo tipo di impiego risulti necessario mettere in luce e, quindi, dare precedenza a un determinato tipo di informazioni anziché un altro. Se vi state candidando come receptionist in un hotel, ad esempio, le competenze linguistiche dovranno essere posizionate in un punto di estrema evidenza, in quanto risultano di fondamentale importanza per un impiego di questo tipo.  

Informazioni personali

Nella redazione di un Curriculum francese non è necessario scrivere i nomi delle categorie come “nome”, “cognome” e “indirizzo” per introdurre le informazioni personali. Solitamente, si è soliti scrivere il cognome in lettere maiuscole per metterlo in maggiore evidenza rispetto al nome. Accanto alla data di nascita (preceduta questa volta da “né(e) le”) può essere utile segnalare la propria età, cosicché il datore di lavoro non debba fare il basandosi sull’anno di nascita. Nel caso in cui ci si stia candidando per un’offerta di lavoro estera (e se state leggendo questo articolo forse è il vostro caso) è bene indicare anche la propria nazionalità. In seguito, bisogna fornire le informazioni utili al vostro reperimento, cioè l’indirizzo e-mail e il/i numero/i di telefono (il numero fisso preceduto da una di queste diciture: Tél. domicile / Fixe / Téléphone fixe; il numero di cellulare preceduto da una di queste diciture: Tél. mobile / Mob. / Mobile / Portable / Port.). Ricordatevi di indicare il prefisso internazionale (per l’Italia + 39, oppure 0039). Ecco un esempio di questa prima parte di Curriculum:

Lucrezia ZUNINO
Née le 18.04.1994
24 ans
Nationalité italienne
lingue360@lucreziazunino.it
Tél. domicile : + (39) 0141 00 11 22
Tél. mobile : + (39) 349 00 11 222

Punti di forza

Questo punto non è da considerarsi come obbligatorio ma risulta perlomeno consigliato, in quanto funge da titolo del vostro Curriculum. Per “punti di forza” si intendono più precisamente: un progetto professionale di rilievo a cui si ha partecipato; un’esperienza lavorativa, educativa o formativa particolarmente importante; una competenza in cui si eccelle; un’attività occupazionale o un mestiere che si sta svolgendo con regolarità e professionalità. Insomma, come titolo può essere inserita qualsiasi informazione particolarmente interessante sul proprio conto, la motivazione per cui il datore di lavoro dovrebbe scegliere proprio la vostra, tra le numerose candidature ricevute. Ricordatevi che anche in questo caso è bene non dilungarsi troppo: meglio scegliere soltanto una tra le tante opzioni che potreste citare. Ecco alcuni esempi:

20 ans d’expérience dans le management d’équipes commerciales
Trilingue italien, français, allemand
Chargée de communication dans une entreprise
Traductrice technique

Formazione

In questa parte del Curriculum devono essere indicati, in ordine retro cronologico (dal più lontano, al più recente), il proprio percorso formativo e i titoli di studio in proprio possesso. Nel caso in cui la formazione sia avvenuta in un Paese diverso da quello a cui si intende indirizzare la propria candidatura, è bene indicare accanto a ogni titolo di studio la durata e/o il corrispettivo titolo del Paese straniero. Ecco quindi alcune informazioni abbastanza difficili da reperire che potrebbero risultare molto utili in questo senso:

Licenza media = Certificat d’études
 
Diploma di maturità classica / scientifica / linguistica / tecnica / professionale = Baccalauréat (Bac) option littéraire / scientifique / langues étrangères / tecnique / professionnel

Laurea Triennale = Licence
1° anno = Licence 1
2° anno = Licence 2
3° anno = Licence 3 = Bac +3
 
Laurea Quadriennale = Maîtrise = Bac +4
 
Laurea Magistrale / Specialistica = Master
1° anno = Master 1
2° anno = Master 2 = Bac +5
 
Master = Diplôme Universitaire = Bac +…
 
Dottorato di ricerca = Doctorat = Bac +8

L’indicazione “Bac +” deve essere seguita dal numero di anni di formazione universitaria. Il conteggio parte quindi dal primo anno di laurea triennale: Bac +1 significa, ad esempio, che si sta frequentando il primo anno di un corso di laurea triennale.
Alcune informazioni aggiuntive possono accompagnare i vari titoli di studio, come ad esempio la città e il nome della scuola o dell’università, il titolo della Dissertazione o Tesi finale o il percorso disciplinare. I voti generalmente non compaiono nel Curriculum francese; il punteggio finale in Francia è rappresentato dalle  valutazioni assez bien, bien, très bien (110/110 corrisponde quindi a très bien).

Dissertazione finale: ”Antoin Berman e i problemi della ritraduzione” = Mémoire de Licence “Antoin Berman et les problèmes de la retraduction”

Diploma di Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione, indirizzo Comunicazione di massa, conseguiro presso l’Università di Torino = Licence en Sciences de la Communication, option / parcours Communication de masse Université de Turin.

Diploma di Laurea Magistrale in Lingue e letterature straniere con soggiorno di 9 mesi presso l’Università di Montpellier nell’ambito del programma Erasmus = Master en Langues set littératures étrangères avec séjour de 9 mois (programme européen Erasmus) à l’Université de Montpellier

Esperienze professionali

Per presentare le esperienze professionali potete utilizzare o l’ordine retro cronologico, o l’ordine tematico. Dovete indicare, oltre al periodo, anche il tipo d’impiego, le mansioni svolte e le principali responsabilità. È consigliabile non inserire tutte le esperienze lavorative svolte: se la candidatura riguarderà un posto di lavoro come impiegato commerciale all’interno di un’azienda, ad esempio, è probabile che il datore di lavoro non sia interessato a sapere che il candidato ha maturato un mese di esperienza come aiuto cuoco!
Un altro aspetto da considerare è il seguente: nel Curriculum italiano le esperienze sono solitamente espresse in prima persona, mentre in francese si tende a riassumerle in maniera più succinta preferendo l’uso di sostantivi a quello dei verbi. Ecco un esempio pratico:

Dal 2015 al 2016
Ho effettuato uno stage presso gli uffici dell’Unione Europea a Strasburgo in qualità di traduttrice di testi economici in italiano e francese. Ho inoltre collaborato alla fase di revisione delle traduzioni.
 
De 2015 à 2016
Stage – Union Européenne, Strasbourg
Traductrice de textes économiques en italien et français.
Collaboration à la phase de révision des traductions.

Competenze linguistiche e informatiche

In un buon Curriculum è bene che siano segnalate le eventuali competenze in lingue diverse dalla propria, a maggior ragione se ci si intende candidare per un posto di lavoro al di fuori del proprio Paese di nascita. Anche le competenze informatiche sono importanti e stanno diventando sempre più richieste in tutti gli ambiti lavorativi. Le modalità attraverso cui riportare questo tipo di informazioni sono molteplici: potete ricorrere all’uso di una tabella, oppure di un elenco puntato:

Compétences linguistiques

Français Excellente connaissance (DALF C2)
Allemand Bon niveau, étudié à l’université
Anglais Bonne pratique à l’écrit et à l’oral

 

Compétences informatiques

  • Systèmes d’exploitation: maîtrise des logiciels Office (Word, Excel, PowerPoint)
  • Logiciels de développement multimédia: connaissance de base des applications graphiques (Adobe Illustrator, PhotoShop)

Secondo le varie necessità, possono essere aggiunte anche competenze diverse da quelle linguistiche e informatiche, come ad esempio quelle di carattere artistico e sportivo:

  • Capacité à travailler en groupe
  • Bonne capacité de rédaction (membre d’un comité de rédaction d’un journal local)
  • Compétences artistiques (15 ans de pratique de la guitare)

Interessi

Gli hobby e le attività non professionali, oltre a fornire informazioni sulle attitudini e sulla personalità del candidato, valorizzano una candidatura. Anche in questo caso, non è necessario che indichiate tutte le attività svolte anche solo per brevi periodi, ma è meglio soffermarsi su quelle inerenti al tipo di impiego ricercato.

Œnologie : cours de sommelier (septembre 2017 – juin 2018)
Danse classique et moderne : participation à plusieurs stages estivales en Italie et en France.

Ricapitolando…

Il Curriculum rappresenta un biglietto da visita, un documento atto a presentare le proprie capacità, competenze ed esperienze lavorative. È il trait d’union tra il datore di lavoro e il candidato. Per un posto di lavoro solitamente pervengono numerosissime candidature, per questo bisogna impegnarsi molto affinché il proprio Curriculum risulti perfetto e convincente! Il Curriculum italiano è molto diverso da quello francese: le informazioni presentate in questo articolo rappresentano dei consigli, indispensabili però per la redazione di un buon Curriculum in lingua francese. Per ogni dubbio, Lingue360 resta come sempre a vostra completa disposizione!

Commenta

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi