Ottobre 2019

Halloween: origini, etimologia e diffusione

Sebbene molti siano ancora piuttosto perplessi difronte ai festeggiamenti del 31 ottobre, Halloween è in realtà una festa sempre più sentita, anche in Italia. 

Etimologia

Il termine “Halloween” deriva dall’irlandese Hallow E’en, la forma contratta di “All Hallows’ Eve”, cioè “vigilia di tutti i Santi” che cade ogni 31 ottobre. L’entusiasmo legato ai giorni che precedono le grandi festività è sicuramente molto forte nei Paesi anglofoni e non solo, basti pensare alla vigilia di Natale (Christmas Eve) e all’ultimo dell’anno (New Year’s Eve).

Le origini della festa

A differenza di come si molti credono, la festa di Halloween non nasce in America. Le sue origini sono da legare al territorio irlandese: Halloween corrisponde infatti all’antico Samhain, il capodanno celtico. Sono stati proprio gli irlandesi alla fine del XIX secolo a diffondere la festa altrove: trasferitisi massivamente oltreoceano a causa di una carestia, hanno portato con sé tradizioni e cultura.

Dall’Irlanda agli Stati Uniti, per poi tornare in Europa

Con la creazione di una comunità irlandese negli Stati Uniti, la festa di Halloween si è diffusa anche tra i locali, diventando quasi una festa nazionale. Grazie a cinema e televisione, la festa di Halloween si è poi diffusa in molti Paesi europei, tralasciando però il tradizionale significato religioso con cui è nata. 

Una ricorrenza sempre più sentita 

Come detto, negli Stati Uniti la festa si è diffusa senza alcuna valenza spirituale. Lo stesso è avvenuto in Europa. Oggi Halloween è infatti l’occasione giusta per divertirsi e organizzare festeggiamenti divertenti e allo stesso tempo macabri. Bisogna dire che sebbene molti siano ancora perplessi difronte ai festeggiamenti del 31 ottobre, la festa sta piano piano assumendo, anche in Italia, una posizione di sempre maggior rilievo.

Trick or treat?

“Dolcetto o scherzetto?” è la domanda che molti bambini rivolgono agli abitanti e ai negozianti della zona la sera di Halloween. Solitamente mascherati, girano di casa in casa a piccoli gruppi, desiderosi di ricevere caramelle e dolciumi vari. Chi non ha nulla da offrire, subirà un piccolo dispetto, come il lancio di farina o di qualche coriandolo. Anche la tradizione della zucca si sta diffondendo: è infatti sempre più frequente vedere qua e là zucche intagliate con una candela accesa all’interno.

Vuoi sapere qualcosa in più su questa ricorrenza? Scrivimi!

Commenta

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi